Cronaca

Flop del Governatore al convegno Cgil

CAMPANIA. Un altro passo indietro nell’indice di gradimento per il Governatore della Regione Campania Vincenzo De Luca. Questo, almeno, suggerirebbe le contestazioni di cui è stato oggetto al convegno della Cgil al Centro direzionale di Napoli. In particolare, le cronache riportano di un acceso botta e risposta tra il governatore e qualcuno nella platea. L’accusa? I dirigenti delle Asl sarebbero sempre gli stessi.

De Luca attacca i medici

Il Commissario per la sanità campana Vincenzo De Luca è arrivato a dire: «Senti fratello io sputo sangue dalla mattina alla notte. Se c’e qualcuno che ha sbagliato siete voi non io. Io clienti non ne ho». A quanto pare, con il suo solito modo di fare schietto, il Governatore avrebbe raccolto l’ascia di guerra: concordando sull’idea di fondo del suo interlocutore («Lo so meglio di te che ci sono ancora farabutti» avrebbe detto) ha dovuto ammettere i limiti propri del suo mandato («Non ho possibilità di usare il lanciafiamme»).

 

«Sanità, Cenerentola delle manovre finanziarie»

Il segretario generale Cgil, Susanna Camusso, avrebbe chiuso i lavori con una dichiarazione singolare e pregna di significato: «La salute è la cenerentola di questa manovra finanziaria».

Il chiarimento

Tutto pare essere rientrato quando, al termine del convegno, De Luca ha espresso comprensione nei riguardi dei medici: «Ci credo che i medici sono arrabbiati, non si chiude il contratto nazionale e c’è una scarsità di risorse è evidente che c’è una condizione di grande sofferenza e anche di grande incertezza». Poi, riporta il Corriere del Mezzogiorno, ha sottolineato il suo impegno all’interno della Conferenza Stato Regioni affinchè siano evitati tagli.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button