Cronaca

Finta sorella di Cantone di fronte al gip: resta in carcere

Il giudice per le indagini preliminari del tribunale di Foggia ha confermato la custodia cautelare in carcere per  l’avvocato Maria Virginia Cantone. La donna, originaria di Cervinara, si spacciava per la sorella di Raffaele Cantone.

La vicenda

La 53enne, già indagata in seguito alla denuncia da parte del presidente dell’Autorità Nazionale Anticorruzione, quattro giorni fa è stata arrestata in flagranza di reato per truffa aggravata e continuata.

Stando a quanto appreso, la donna si era recata a Foggia per intascare una somma di denaro. Non sapeva però che i suoi clienti si erano già rivolti alle forze dell’ordine dopo aver scoperto la truffa in Internet.

La coppia aveva letto che non solo l’avvocato non aveva rapporti di parentela con Raffaele Cantone, ma anche che il magistrato l’aveva già denunciata alla Procura della Repubblica di Roma.

L’udienza preliminare

Ieri di fronte al gip, Maria Virginia Cantone, assistita dai legali Nico Colangelo e Dimitri Monetti,  si è avvalsa della facoltà di non rispondere. Con lei altre due persone, un 58enne di Cervinara ed una 71enne di Cautano, sono state deferite in stato di libertà.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button