Curiosità

Festa della Repubblica: serenata con l’inno di Mameli per nonna Luisa, paladina dei diritti della donne

Luisa Zappitelli dal 1946 ha partecipato ninterrottamente a tutte le consultazioni dell'Italia democratica

Festa della Repubblica: serenata con l’inno di Mameli per Luisa Zappitelli, nonna Luisa, paladina dei diritti della donne. La “nonna d’Italia” ha partecipato ininterrottamente a tutte le consultazioni dell’Italia democratica. “W la Repubblica, viva l’Italia, viva il Presidente Mattarella”, ha detto nonna Luisa al termine del carosello musicale in suo onore.

Festa della Repubblica: serenata con inno di Mameli per Luisa Zappitelli, la nonna d’Italia

Il 2 giugno del 1946, a 35 anni, insieme alla famiglia e a un gruppo di amiche camminò per chilometri per esercitare il proprio diritto di voto in favore della Repubblica: oggi, a 109 anni, Luisa Zappitelli, la “nonna Lisa”, di Città di Castello, dove vive, è stata omaggiata con una serenatatricolore” dal clarinettista Fabio Battistelli, che si è esibito con il suo strumento sotto la finestra della nonna d’Italia ed in suo onore gli ha interpretato l’Inno di “Mameli” ed altri brani, colonne sonore della storia nazionale.


festa-della-repubblica-serenata-luisa-zappitelli-nonna-ditalia
credits photo: Ansa

Lei, considerata icona dei diritti delle donne e dei valori della patria (ha partecipato ininterrottamente a tutte le consultazioni dell’Italia democratica, un impegno riconosciuto e sottolineato anche dal presidente della Repubblica Sergio Mattarella), ha assistito dalla sua finestra esibendo con orgoglio la bandiera che sventola anche sulla terrazza della propria abitazione, dove vive con la figlia, Anna Ercolani ed il cagnolino Orzo.

Al termine dell’esibizione, nonna Lisa come sempre ha dispensato saluti, sorrisi e appelli di gioia: “W la Repubblica, viva l’Italia, viva il Presidente Mattarella“. “Il suo sorriso, il suo entusiasmo appena ha sentito le prime note dell’Inno di Mameli sono l’essenza vera, genuina di questa giornata che regaliamo all’Italia e ne siamo orgogliosi”, ha affermato il maestro Fabio Battistelli.

Articoli correlati

Back to top button