Cronaca

Falso in bilancio al Comune di Avellino: chiesto rinvio a giudizio per Foti

AVELLINO. Falso in bilancio al Comune di Avellino.

La Procura ha chiesto il rinvio a giudizio per il sindaco  Paolo Foti, alcuni ex amministratori e il collegio di revisori dei conti, accusati di un presunto falso in bilancio che sarebbe stato commesso nel 2013. A riportare la notizia è Ottopagine.

L’udienza preliminare è prevista per il 2 maggio.

Oltre a Foti dovranno comparire di fronte al gip gli ex amministratori di Palazzo di città: Caterina Barra, Nunzio Cignarella, Giuseppe Ruberto, Angelina Spagnuolo, Roberto Vanacore, Lucia Vietri ed Anna Rita Marchitiello.

E ancora il dirigente Gianluigi Marotta e gli allora membri del collegio dei revisori dei conti Ottavio Barretta, Antonio Savino e Antonio Pellegrino.

L’indagine

Nei confronti degli imputati è ipotizzato un reato di falso in bilancio in atto pubblico. In parte riconducibile alle pregiudiziali presentate dal consigliere d’opposizione Dino Preziosi.

Il consigliere evidenziava, fra le numerose presunte inadempienze, anche un mancato riconoscimento di alcuni milioni di euro di pignoramento per sottrarre il Comune dal regime di ente strutturalmente deficitario.

 

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button