Cronaca

Continua la strage dell’Isochimica: è morto Francesco D’Amato, originario di Salerno ma residente a Montoro

Continua la strage degli operai dell’ex Isochimica di Avellino: la 30esima vittima è Francesco D’Amato, 78 anni, uno degli operai più anziani, assunto in fabbrica alla fine degli anni 70. L’uomo, originario di Salerno, da tempo abitava a Montoro, ed era tra gli ex dipendenti che si erano costituiti parte civile nel processo che si tiene a Napoli.

Ex Isochimica, morto Francesco D’Amato: aveva 78 anni

Le vittime dell’amianto sono ormai 30, l’ultimo è un uomo di 78 anni originario di Salerno, che ha trovato la morte a causa dei veleni della fabbrica di amianto di Avellino, l’Isochimica.

Le vittime

Tante sono le vittime dell’Ex Isochimica, l’ultimo in ordine di tempo è stato un 53enne di Grottolella, G.V., deceduto nel maggio dello corso anno. Questi alcuni dei nomi delle altre vittime: Alessandro Manganiello, morto nel febbraio 2016, Vittorio Pellino, Antonio Solomita, Antonio Graziano, Carmelo Iacobelli e Salvatore Alterio, deceduti nel 2015.

Emanuela Dente

Personalità eccentrica e geniale, e giornalista attenta e scrupolosa. La sua innata curiosità le consente di vivere ogni esperienza in pieno, acquisendo conoscenze e capacità molto rapidamente. La sua vita è una grande avventura. La sua passione è un dono immenso

Articoli correlati

Back to top button