Cronaca

Emergenza coronavirus in Irpinia: altri 23 Comuni chiedono di diventare zona rossa

Emergenza coronavirus in Irpinia: altri 23 Comuni chiedono di diventare zona rossa. I sindaci temono il dilagare del contagio e vogliono maggiori sicurezze, seguendo il “modello Ariano”.

Coronavirus in Irpinia: altri 223 4 Comuni zona rossa

Ariano come Codogno, un modello che deve entrare a pieno regime su tutto il territorio della provincia di Avellino, pena il dilagare del contagio e la mancanza di mezzi per combatterlo e contenerlo.

La richiesta

I sindaci di altri 23 Comuni si sono uniti e hanno inviato un appello accorato alle autorità locali e nazionali, se il contagio è stato fermato a Codogno con la chiusura totale dei territori, in Irpinia è necessario fare lo stesso.

Un’intera provincia isolata

La richiesta, indirizzata al prefetto di Avellino, al presidente della Regione, e al presidente del Consiglio, prevede l’isolamento dei Comuni di

  • Andretta
  • Aquilonia
  • Bagnoli Irpino
  • Bisaccia
  • Cairano
  • Calabritto
  • Calitri
  • Caposele
  • Cassano Irpino
  • Conza della Campania
  • Guardia Lombardi
  • Lacedonia
  • Lioni
  • Montella
  • Monteverde
  • Morra De Sanctis
  • Rocca San Felice
  • Sant’Andrea di Conza
  • Sant’Angelo dei Lombardi
  • Senerchia
  • Teora
  • Torella dei Lombardi
  • Villamaina.

Articoli correlati

Back to top button