Economia

Gli ecommerce in Italia. L’era degli acquisti in rete

Anche in Italia il commercio elettronico si trova in un momento di forte espansione. A testimoniarlo sono gli ultimi dati emessi da Istat, secondo i quali l’ecommerce ha fatto registrare nel nostro Paese un incremento del 13,7% nel corso del primo semestre del 2018 rispetto a quelli collezionati dodici mesi prima.

Un dato ancora più evidente se si considera come, nello stesso arco temporale, il commercio tradizionale abbia invece fatto registrare un arretramento dello 0,6% in volume e dell’1,8% in volume.

Anche la Camera di Commercio di Milano Monza Brianza Lodi conferma questo andamento, attestando però al 9% la crescita del settore nel corso del 2018, cui hanno contribuito le 17.432 imprese attive, dislocate in particolare a Roma (1523), Milano (1738), Napoli (1283) e Torino (700).

Perché gli italiani si rivolgono sempre più al commercio elettronico?

Nel mondo sono più di 4 miliardi le connessioni ad Internet e quasi la metà di chi ne ha una ha effettuato almeno un acquisto online: anche gli italiani guardino con sempre maggiore interesse al commercio elettronico ed i motivi sono abbastanza semplici.

Rimanendo seduti davanti al proprio pc è possibile scegliere in un catalogo molto più vasto di quello che ci è reso possibile dalla visita nelle arterie commerciali cittadine. Questa modalità di acquisto può rivelarsi essere poi molto più conveniente rispetto a quella tradizionale dato che le aziende non devono scaricare sulla clientela i costi di personale e di altro genere che sono tipici di un negozio reale.

E proprio in ottica imprese il discorso diventa più interessante: se cresce il dato di chi acquista online, di pari passo aumenta il numero di imprese che delocalizzano in rete creando un proprio ecommerce: il tutto anche giovandosi degli strumenti attuali che consentono di realizzare negozi online estremamente professionali e facilmente gestibili dall’utente. Si pensi a contenitori come Wordpress, con relativa possibilità di dar vita a negozi online; ed ancora a Magento per gli ecommerce, strumento tra i più utilizzati.

La crescita dovrebbe proseguire nei prossimi anni

Se la crescita degli ecommerce è proseguita in maniera costante e con indici di espansione a doppia cifra nel corso degli anni, anche in futuro questa tendenza dovrebbe proseguire e addirittura rafforzarsi nel nostro Paese.

A favorirla dovrebbe essere in particolare il feeling sempre maggiore coi nuovi mezzi tecnologici non solo da parte dei più giovani, ma anche delle persone più anziane, spesso le più diffidenti rispetto all’innovazione rappresentata dall’utilizzo di personal computer, smartphone o tablet per i propri acquisti.
Un quadro che le imprese sono chiamate a sfruttare al meglio, colmando alcuni ritardi di non poco conto.

Va considerato che ancora un notevole numero di consumatori dichiara la propria delusione per esperienze non proprio felici con ecommerce scarsamente professionali. Una delusione causata in particolare dalla scarsa qualità del prodotto, dai tempi di attesa e costi eccessivi della consegna e da rapporti non proprio idilliaci con servizi clienti considerati scadenti.

Articoli correlati

Back to top button