Cronaca

Droga in un garage a San Tommaso, giovane condannato

AVELLINO. Sorpresi  mentre si scambiavano droga e denaro, nei guai un 26enne incensurato ed un 49enne di Avellino già noto alle forze dell’ordine. Ieri la sentenza per i due trovati in possesso di hashish e cocaina. Ad avere la peggio, il 26enne che aveva trasformato il suo garage a Rione San Tommaso, in un laboratorio di droga.

L’operazione a maggio

I fatti risalgono allo scorso mese di maggio, l’operazione fu condotta dal vicequestore Michele Salemme, dirigente della squadra Mobile. Gli agenti della squadra mobile impegnati nel normale servizio di controllo nelle prossimità dei plessi scolastici, per contrastare il fenomeno dello spaccio, notarono in via Raimo, R.M., 49enne di Avellino già noto alle forze dell’ordine come assuntore di droga con precedenti per spaccio. L’uomo, fermo in auto incontrò un ragazzo con il quale ci fu un veloce scambio di denaro. All’atto della perquisizione, R.M fu trovato in possesso di 23 grammi di cocaina, per lui scattò la denuncia in stato di libertà. Il ragazzo che era con lui, M.A, 26enne incensurato, fu trovato in possesso di 5 grammi di cocaina e denaro in contanti per una somma di 500 euro. Successivamente venne perquisito il garage del 26enne, sito in Rione San Tommaso, dove gli agenti ritrovarono 1 chilo e 641 grammi di hashish e 123 grammi di cocaina, suddivisi in dosi. Come riportato dal quotidiano Il Mattino, nel garage del giovane era stato messo in piedi un vero e proprio laboratorio. A seguito delle evidenze emerse,  il 26enne fu tratto in arresto e condotto al carcere di Bellizzi, dal quale uscì nel mese di ottobre per l’attenuazione della misura cautelare con gli arresti domiciliari. Esito negativo per la perquisizione a casa del 49enne , dove fu rinvenuto un solo bilancino, l’uomo dunque rimase a piede libero.

La sentenza

Ieri la sentenza per i due. M.A., 26enne incensurato è stato condannato a 3 anni e 10 mesi di reclusione, mentre l’acquirente, il 49enne avellinese, R.M., è stato condannato a 1 anno e 5 mesi di reclusione. Ad emettere la condanna, il giudice per l’udienza preliminare del tribunale di Avellino, Fabrizio Ciccone, dopo il patteggiamento chiesto ed ottenuto dall’avvocato Gaetano Aufiero e Samuela Scardino in difesa di M.A e dall’avvocato Loredana De Risi per il 49enne R.M.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button