Mutazioni relazionali e involuzioni emotive: trombamicizia e dove trovarne

trombamicizia

Cosa è la trombamicizia? Dove trovare nuovi contatti ed incontri? Le risposte di 200 uomini e il punto di vista della sociologia. La ricerca della dottoressa Iannone

CURIOSITÀ. Negli anni 90 le relazioni interpersonali si definivano in ruoli facilmente decifrabili, in cui ci si riconosceva in maniera naturale ciò che era e ciò che poteva diventare. Oggi le relazioni umane sono mutate in rappresentazioni confuse ed immaginarie. Le emozioni sono così del tutto slegate da ruoli fissi. A disancorarsi non è solo il sentimento dal ruolo ma anche il sesso dal suo significato emotivo.
Tutto ciò è racchiuso in un concetto – fenomeno che si è sviluppato in maniera esponenziale negli ultimi anni: la “trombamicizia“.  Tale fenomeno, secondo una ricerca effettuata dal portale scientifico Scienzenotizie.it, nasce spontaneamente in contemporanea alla diffusione della socializzazione  in rete, che ha reso l’idea di vivere il sesso libero da obblighi morali e materiali. Non esistono regole precise su cui si basa lo stesso, si riscontra una lieve differenziazione tra la metropoli e la città di provincia; dove si amplia più in strada che in spazi e luoghi via etere.

 

Sesso libero

 

Amici di letto, scopamicizia o trombamicizia

 

In una città di piccole dimensioni come ad esempio Avellino, il fenomeno si sviluppa in maniera trasversale rispetto ad un elemento portante: l’età. Abbiamo intervistato 200 maschi tra giovani e adulti. Su 100 intervistati di genere maschile e di età compresa tra i 17 e i 25 anni e 100 intervistati di età compresa tra 30 e 45, il fenomeno viene percepito differentemente.

Nei primi si ha una percezione attiva, quasi sempre collegata ad una conoscenza a distanza (sul web) con una durata media degli incontri bassaSu internet, in effetti, non sono pochi i siti di incontri che promettono tanto: in genere i migliori sostituiscono la sezione ‘Annunci’ dei quotidiani cartacei e sono specificamente ideati per conoscere nuove persone. Nel campione di uomini di età adulta è emersa una maggiore regolarità della trombamicizia e una maggiore durata della pseudorelazione e in una conoscenza più tradizionale.

Uno sguardo sociologico al fenomeno

 

Analizzando il fenomeno da un punto di vista sociologico, il suo sviluppo in questo modo  quasi “irresponsabile” di interfacciarsi con un’altra persona è dovuto in particolare al cambiamento e alle modalità di uso dei mezzi di comunicazione, dove si riscontra più facilità a stabilire un contatto, dovuto soprattutto alla mancanza di espressività emotiva e visiva, dove per eliminare una controversia basta semplicemente scegliere che click usare.

La tromabamicizia dà l’illusione di facilitare le relazioni, i quali si sentono alleggeriti in primis dall’assunzione di responsabilità data dalla relazione cosi detta “seria” e in sequenza di saper di potere interagire con un partner senza dover chiedere o dare nulla al di fuori di ciò che è il puro piacere sessuale reciproco. Esiste, di controparte, il rovescio della medaglia: la mancanza di un legame affettivo. Al suo posto resta la freddezza di una vita destinata alla superficialità e alla noncuranza del quotidiano bisogno di condividere.

 

Amici di letto sul grande schermo

 

 

Il cinema non si è risparmiato dal raccontare storie simili: Amici di letto (Friends with Benefits) è forse il più famoso tra i film del settore. L’immagine, da qui tratta, vede i protagonisti: Dylan (Justin Timberlake) e Jamie (Mila Kunis).

Articolo a cura di Elizabeth Iannone

TAG