Dario non ce l’ha fatta, il suo primo pensiero al risveglio fu vedere Juventus-Napoli

Dario non ce l'ha fatta

Dario non ce l'ha fatta, il 17enne ha perso la vita a seguito di un malore improvviso pochi giorni prima di partire per Milano per continuare le cure

AVELLINO. Dario non ce l’ha fatta, il giovane tifoso del Napoli malato di una grave neoplasia è deceduto pochi giorni fa all’ospedale Moscati di Avellino.

Dario non ce l’ha fatta, sarebbe dovuto partire a breve per Milano per continuare le cure

Non ce l’ha fatta Dario, un malessere improvviso ha fermato il suo cuore pochi giorni fa all’ospedale Moscati di Avellino. Il giovanissimo tifoso azzurro, lo scorso 29 settembre, si risvegliò dal coma e chiese allo staff dell’ospedale dov’era ricoverato di fargli vedere la partita Juventus- Napoli.

Dario era stato ricoverato per una complicazione legata ad una grave neoplasia nel reparto di terapia intensiva di una clinica di Mercogliano. La grave situazione si risolse con il risveglio del giovane tifoso e la richiesta di vedere la sua squadra del cuore giocare. Qualche giorno fa, però, il ragazzo di soli 17 anni è stato ricoverato d’urgenza per un malore improvviso e, dopo varie ore, il cuore di Dario si è fermato per sempre.

Sarà seppellito con la tuta del Napoli. I suoi familiari del giovanissimo innamorato del calcio e della propria squadra del cuore hanno deciso di accontentare la sua ultima richiesta. I funerali del 17enne si terranno a Caivano, in provincia di Napoli, dove amici e conoscenti saranno vicini ai genitori e familiari del giovanissimo da tempo malato per un ultimo saluto.

 

TAG