Cronaca

Covid: dolore ad Avellino, morto al Moscati il fotografo Massimo D’Argenio, aveva 54 anni

Il fotografo Massimo D'Argenio, molto conosciuto ad Avellino, si è spento all'ospedale Moscati a causa del Covid-19

Avellino si è svegliata con una triste notizia. Il noto fotografo Massimo D’Argenio si è spento all’età di 54 anni presso l’ospedale Moscati, dove era ricoverato dallo scorso 19 novembre dopo essere risultato positivo al Covid-19. Le sue condizioni sono improvvisamente peggiorate, fino al decesso sopraggiunto questa mattina.

Coronavirus, addio a Massimo D’Argenio

D’Argenio era molto conosciuto nel Capoluogo irpino dove aveva uno studio nei pressi della Dogana. Tanti i messaggi di cordoglio che sono comparsi sui social dopo la diffusione della tragica notizia.

L’ultimo post

Nel suo ultimo post, datato 27 novembre, il fotografo aveva lodato infermieri e medici che lo stavano curando e raccomandava prudenza: “Cari amici qui ci sono medici ed infermieri eccezionali, che fanno di tutto per chi come me sta combattendo questa maledetta malattia. Siate sempre prudenti, il Covid esiste e può davvero far male. Usate le mascherine, proteggetevi e abbiate anche voi pazienza. Ne usciremo tutti”.


Tutte le notizie sul coronavirus

Il sito del Ministero della Salute

Articoli correlati

Back to top button