Cronaca

Coronavirus, allarme rientrato in Irpinia: nessun caso sospetto

Coronavirus, allarme rientrato in Irpinia. La Asl di Avellino aveva disposto l’isolamento per cinque cittadini cinesi residenti in Irpinia: tutti erano stati in Cina nel periodo in cui stava iniziando il contagio.

Coronavirus in Irpinia: allarme rientrato

Il primo caso era stato registrato ad Avellino, dove una donna che si era recata al Moscati per la dialisi era stata sottoposta a controllo dopo aver comunicato il suo ritorno, recentemente, da un viaggio in Cina.

I casi

Poi i casi di due studentesse minorenni residenti a Casalbore e Pietrastornina, che frequentano un istituto superiore a Benevento. Ancora, Zhonghua Huang, il 38enne residente a Bisaccia, rientrato dalla Cina il 6 febbraio. Infine l’ultimo caso che riguardava un 40enne, gestore di un bar di Mirabella Eclano.

Allarme rientrato

Rientrato l’allarme Coranavirus all’ospedale Moscati di Avellino. Dall’azienda ospedaliera fanno sapere che non c’è nessun caso sospetto.

Articoli correlati

Back to top button