Cronaca

Coronavirus, torna la paura in Irpinia: un nuovo caso a Moschiano e uno a Santa Lucia di Serino

Coronavirus, torna la paura in Irpinia: due nuovi casi in 2 giorni, uno a Moschiano e uno a Santa Lucia di Serino, dove ieri è risultato positivo un uomo di 69 anni, di origini venezuelane. L’uomo presentava tutti i sintomi del covid, immediato il trasporto all’ospedale di Avellino, dove il tampone ha dato esito positivo.

Coronavirus, due nuovi casi in Irpinia

Resta ricoverata a Napoli la 32enne di Moschiano positiva al covid, mentre ieri è stato ricoverato un uomo di 69 anni di Santa Lucia di Serino. Il paziente aveva già mostrato sintomi preoccupanti, che avevano spinto il suo medico di base a richiedere il tampone, ma l’esito era stato negativo. Nel giorni successivi, poi, il peggioramento delle sue condizioni, con febbre alta, grave insufficienza respiratoria, bradicardia e ipotensione.

Gravi condizioni

L’uomo al momento si trova nel reparto di Emergenza, ed è intubato, nelle prossime ore verrà trasferito in una stanza di isolamento nell’Unità operativa di Anestesia e Rianimazione.

Lavori al Moscati

L’ultimo paziente covid era stato dimesso dal Moscati solo il 22 giugno, ma adesso la situazione è di nuovo preoccupante. Ma l’ospedale è pronto ad affrontare una nuova emergenza, le misure di sicurezza non sono mai state allentate e i nuovi lavori di potenziamento porteranno i posti letto a disposizione nell’area no-covid (si dovrebbe arrivare a 16, per limitare i disagi ai pazienti ordinari. In arrivo tende antibatteriologiche per evitare la trasmissione di virus tra gli utenti in attesa. I

Articoli correlati

Back to top button