Cronaca

Coronavirus, 61 nuovi contagi e 6 morti in Irpinia: i casi comune per comune

Coronavirus, netto calo di contagi in Irpinia: l'Asl di Avellino ieri ha comunicato altri 61 positivi su 660 tamponi analizzati

Coronavirus, netto calo di contagi in Irpinia: l’Asl di Avellino ieri ha comunicato altri 61 positivi su 660 tamponi analizzati. Resta il dramma delle cifre relative ai decessi. L’elenco delle vittime continua a crescere. Sono sei le nuove vittime del Covid.

Coronavirus, i contagi in Irpinia

Sono sei le nuove vittime del coronavirus in Irpinia: cinque delle quali nei presidi dell’azienda ospedaliera Moscati. Tra cui, un 87enne di Aiello del Sabato. Era, invece, ricoverato dal 4 novembre in terapia subintensiva nell’unità operativa di Medicina d’Urgenza, il 79enne del capoluogo venuto a mancare ieri.
Sempre nel nosocomio di contrada Amoretta è morta una donna di 90 anni di Montella, mentre un anziano di 87 anni di Montemiletto è venuto a mancare al Landolfi di Solofra.

Nello stesso presidio ieri pomeriggio non ce l’ha fatta una donna di 87 anni domiciliata a Nusco, in ospedale ad Avellino già dal 28 ottobre scorso.
Un altro decesso si è registrato al Frangipane di Ariano Irpino. Qui era paziente dal 19 novembre in terapia subintensiva del Covid Hospital un 98enne di Casal di Principe (Caserta).

I dati

  •  4 residenti di Aiello del Sabato
  • 1 di Altavilla Irpina
  • 3 di Ariano Irpino
  • 3 di Atripalda
  • 10 di Avellino
  • 3 di Cervinara
  • 4 di Fontanarosa
  • 1 di Lauro
  • 4 di Mercogliano
  • 2 di Montaguto
  • 3 di Montoro
  • 2 di Moschiano
  • 1 di Mugnano del Cardinale
  • 1 di Nusco
  • 3 di Ospedaletto d’Alpinolo
  • 1 di Parolise
  • 1 di Prata Principato Ultra
  • 2 di Pratola Serra
  • 2 di San Martino Valle Caudina
  • 1 di Santo Stefano del Sole
  • 1 di Serino
  • 5 di Solofra
  • 1 di Summonte
  • 1 di Trevico
  • 1 di Vallata

Fonte: Il Mattino


 

Articoli correlati

Back to top button

Individuato Adblock




Per visualizzare il sito
Disattiva AdBlock

L'Occhio Network è un giornale gratuito e per coprire le spese di gestione la pubblicità è l'unica fonte di sostegno.
Se vuoi che L'Occhio Network continui ad essere fruibile gratuitamente non bloccare le pubblicità.
Grazie di supporto