Cronaca

Avellino si adegua alle nuove regole: chiusi locali cinema e musei in tutta la città

Coronavirus, Avellino: all’indomani del decreto che ordina la chiusura di luoghi pubblici e privati in tutto il Paese, anche il Capologo si adegua.

Attività sospese in cinema, locali e musei della città, stop ai mercati cittadini e riduzione dell’orario di accesso a Comune. Previsto un presidio della Misericordia all’ingresso di Palazzo di Città.

Coronavirus, Avellino: chiusura di luoghi pubblici e privati

In ottemperanza al decreto, fino al 3 aprile, chiusi cinema, teatri, musei, biblioteche, sospesi eventi e spettacoli di qualsiasi natura. Chiusa la biblioteca provinciale di Corso Europa, il Museo irpino nell’ex Carcere borbonico e il Teatro Gesualdo., Attività sospese al cineteatro Partenio e al Movieplex di Mercogliano. Annullati cineforum, concerti, rappresentazioni teatrali, presentazioni di libri, convegni e seminari.

I locali

Anche se per quanto riguarda i locali non è stata disposta la chiusura totale, alcuni esercizi del Capoluogo irpino hanno scelto di sospendere temporaneamente le attività. Chiusi, dunque, il Godot Art Bistrot di via Mazas, il Black House Blues di via Annarumma e il Tilt! di Largo Santo. Chiuse anche le enoteche Nigro, in Corso Vittorio Emanuele e D-Wine, in Piazza Libertà.

Articoli correlati

Back to top button