Cronaca

Contrabbando di sigarette tra Napoli e Avellino: blitz della Guardia di Finanza

L'attività della Guardia di Finanza di Avellino contrasta la diffusione e vendita di T.L.E.

La GdF di Avellino lavora per contrastare il contrabbando di sigarette tra Napoli e Avellino. Continua senza sosta l’attività della Guardia di Finanza di Avellino a contrasto della diffusione e vendita di T.L.E. (tabacchi lavorati esteri). I finanzieri del Comando Provinciale di Avellino, nella mattinata del 06 u.s., hanno sottoposto a sequestro in Napoli 360 chilogrammi di sigarette di marche diverse, già pronte per essere vendute in contrabbando.

Contrabbando di sigarette tra Napoli e Avellino

Le attività in parola scaturiscono dall’intensificazione dei servizi di controllo economico del territorio, predisposti nell’ambito del piano regionale di contrasto ai traffici illeciti in genere, volti a contrastare anche il fenomeno del contrabbando di tabacchi lavorati esteri. In particolare, grazie a prolungati pedinamenti, i finanzieri hanno individuato un box in Napoli, dove erano stipati nr. 1800 stecche di sigarette di marche diverse, prive del contrassegno di Stato, riposte in appositi cartoni da 10 kilogrammi cadauno.

Il sequestro

L’attività di servizio si è conclusa con il sequestro delle sigarette e la denuncia a piede libero di n. 01 soggetto nella cui disponibilità vi era il box verificato. L’operazione di servizio svolta contribuisce all’indebolimento delle organizzazioni criminali operanti nel settore del contrabbando, privandole della possibilità di ottenere illeciti arricchimenti e bloccando eventuali operazioni di riciclaggio di denaro sporco.

Articoli correlati

Back to top button