Politica

Consiglio comunale boccia linee programmatiche, Ciampi: “Non abbandono chi mi ha votato”

AVELLINO. Le linee programmatiche del primo cittadino di Avellino, Vincenzo Ciampi, non convincono il Consiglio comunale di Avellino e a favore del sindaco pentastellato si esprimono soltanto nove consiglieri. Venti i contrari.

Consiglio comunale boccia linee programmatiche del sindaco

I favorevoli, oltre a sindaco, i 4 esponenti del Movimento Cinque Stelle, Adriana Percopo (Avellino Libera è Progressi- sta), Ettore Iacovacci (Avellino democratica), i 2 esponenti della Lega, Damiano Genovese e Sabino Morano.

Si oppongono i 6 esponenti del Pd, i 5 Popolari, i 3 di Davvero, i 3 di MaiPiù, Gianluca Gaeta  di Ip, Dino Preziosi de “La Svolta inizia da te” e Nadia Arace di “SiPuò”. Si astengono, invece, Stefano Luongo di “Insieme Protagonisti” e i due di Forza Italia, Ines Fruncillo e Lazzaro Iandolo.

Ciampi: “Non voglio deludere la speranza dei 13.500 cittadini che mi hanno votato”

“Non è qualcosa a cui non ho pensato – spiega il sindaco – Voglio mantenere ancora appesa ad un filo la speranza dei 13.500 cittadini che mi hanno votato. E se questa non è stata una sceneggiata, voi avete i numeri: siate coerenti. Sfiduciatemi o andate dal notaio. Però non aspettate il 5 novembre”.

“Ricevere lezioni dagli eredi delle passate amministrazioni mi sembra troppo – prosegue Ciampi –  Se un albero si giudica dai frutti, quello che c’era prima di noi non era dei migliori. Quando si ereditano 70 milioni di euro di debiti, che hanno ipotecato anche il futuro dei nostri figli, il discorso si chiude lì”.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button