Politica

Avellino, l’argomento Piscina tiene banco in Consiglio

AVELLINO. Il caos che governa la (dura) realtà della Piscina comunale ha avuto, ieri, un momento di luce. Le opposizioni, infatti, hanno imposto al sindaco Foti e alla giunta di confrontarsi sulla tematica nello scorso consiglio comunale. La relazione presentata dall’assessore al Patrimonio Paola Valentino non chiarisce quale sarà il futuro della struttura ma si limita a confermare la procedura di rescissione della convenzione che legava la struttura di via Capozzi alla Polisportiva Sant’Antimo.

15 giorni per la verità

Due settimane di tempo per la Polisportiva per dare le dovute risposte. Intanto la società ha proposto una rimodulazione del debito: lo dice la Valentino che chiarisce che si tratta «del pagamento di 2 milioni di euro sul totale che resta da saldare al Credito sportivo con la garanzia dei beni personali dei soci per i restanti 500mila euro e l’impegno a saldare l’ultima rata un anno prima della scadenza della convenzione»

Chiarisce il quotidiano Il Mattino che riporta la notizia che tutto ciò è comunque un’incognita. Il compito di valutare l’offerta spetterà al dirigente Luigi Cicalese e al responsabile unico del procedimento Michele Arvonio.

L’opposizione, intanto, esprime dissenso sull’informativa. Innanzitutto si chiede una maggiore celerità nella risoluzione della problematica e soprattutto è crescente la sfiducia dei politici di minoranza verso la Polisportiva.

Intanto il prossimo 18 e 19 gennaio l’assise si riunirà ancora sui reclutamenti disposti a fine anno con la mobilità.

Articoli correlati

Back to top button