Cronaca

Dieci cinesi fermati ad Avellino dalla Polizia: controlli sui documenti per il coronavirus

Dieci cittadini cinesi sono stati fermati ad Avellino dalla Polizia, nell’ambito dei controlli sulle norme anti coronavirus. Lo comunica la Questura, all’interno del bilancio dei controlli di oggi, 22 marzo, per evitare la diffusione del Coronavirus e in linea con le disposizioni governative.

Coronavirus, fermati dieci cinesi ad Avellino

La Squadra Volante, guidata dal vicequestore Elio Iannuzzi, ha fermato dieci cittadini cinesi a bordo di un furgone. Gli agenti stanno lavorando sui documenti di identificazione e quelli utilizzati per spostarsi dai dieci sospettati. I cittadini cinesi hanno dichiarato di essere di ritorno in città. Così sono scattati gli accertamenti degli agenti.

Oggi il governo ha ulteriormente inasprito i controlli. Vietato spostarsi dal proprio comune di residenza, se non per ragioni di emergenza e legata a esigenze lavorative che non possono essere prorogate.


Le ultime notizie sul coronavirus

Coronavirus: le ultime notizie

Mostra di più

Articoli correlati

Pulsante per tornare all'inizio