Cronaca

Cavalcavia chiuso, a Sperone riparte la protesta

SPERONE. Nuova mobilitazione da parte dei contadini di Sperone a seguito dell’ordinanza del Gip Antonio Sicuranza che lascia ancora chiuso il cavalcavia numero 22.  Centinaia di lavoratori rischiano di essere tagliati fuori dal sequestro del ponte dell’autostrada A16 che, una volta chiuso, tiene isolati numerosi noccioleti.  I rappresentanti del Comitato civico nato per tutelare gli interessi di chi gestisce una attività agricola al di là del ponte sotto sequestro, in un’assemblea pubblica al comune di Sperone, hanno spiegato che intendono riaccendere i riflettori sull’annosa questione che da tempo ha creato dissapori tra gli abitanti e in comune. Come sottolineato sul quotidiano Il Mattino, sarebbero circa 100 le attività dei contadini che restano isolate da circa 7 mesi.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button

Individuato Adblock




Per visualizzare il sito
Disattiva AdBlock

L'Occhio Network è un giornale gratuito e per coprire le spese di gestione la pubblicità è l'unica fonte di sostegno.
Se vuoi che L'Occhio Network continui ad essere fruibile gratuitamente non bloccare le pubblicità.
Grazie di supporto