Cronaca

Caso Masucci, il dentista ha sparato per difendersi

AVELLINO. Positivo l’esame dello stub effettuato sul corpo di Ugo Masucci, il noto dentista ritrovato cadavere dalla figlia lo scorso 11 dicembre. Il guanto di paraffina sulla mano della vittima ha evidenziato tracce di polvere da sparo.  La Procura di Avellino ha ricevuto la relazione stilata dai Ris di Roma, pare dunque che Masucci abbia sparato per primo, forse per difendersi dalle minacce di una o più persone che lo avevano atteso quella domenica sera. Secondo quanto riportato dal quotidiano Il Mattino, il legale della famiglia Masucci, Benedetto Vittorio De Maio, avrebbe già chiesto una copia del documento per fare chiarezza sul giallo di contrada Archi. Intanto la relazione del Reparto investigazioni scientifiche  di Roma sarà presto esaminata da un funzionario della Procura. Si attendono gli altri esiti sugli esami effettuati sul corpo e in casa del dentista 73enne che potrebbero evidenziare il profilo del Dna dell’aggressore e scoprire le cause dell’efferato gesto.

 

Potrebbe interessarti anche: Caso Masucci, i proiettili non convincono i Ris

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button