Inchiesta

[Foto] Ariano apre il cuore all’accoglienza con “Casa Tabor”

ARIANO IRPINO. Nella diocesi Ariano – Lacedonia è sorta una nuova struttura di accoglienza,  b&b solidale “Casa Tabor”. Inaugurata dal vescovo Melillo, la casa di accoglienza è stata data in comodato d’uso dalla diocesi alla comunità Il Germoglio di Iesse. Ricavata dalla ex Acli nel centro cittadino, offrirà supporto alle persone che versano in situazioni di emergenza: ragazze madri, ragazzi che escono dalle case famiglia, senzatetto.

Non solo: anche turisti e persone di passaggio; in questo caso è previsto un piccolo rimborso per contribuire al sostentamento della struttura. A questo riguardo, si legge sulla pagina Facebook de “Il Germoglio di Iesse”: «Casa Tabor diventa, quindi, anche luogo di incontro, di evangelizzazione e di scambi culturali…un gesto concreto per il bene comune!».

 

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button