Cultura ed eventi

Cardiologia, ad Ariano torna “Nel cuore del Tricolle”

ARIANO IRPINO. Ritorna “Nel cuore del Tricolle”, l’appuntamento cardiologico giunto alla XI edizione, promosso dall’Asl di Avellino e organizzato dall’Unità Operativa Complessa Utic (Unità terapia intensiva cardiologica) Cardiologia dell’Ospedale “Sant’Ottone Frangipane” di Ariano Irpino.

Il convegno si terrà presso la sede dell’Istituto di ricerca Biogem il 24 e 25 novembre 2017 e vedrà la presenza di numerosi relatori illustri del panorama nazionale della cardiologia. In particolare, vanno segnalate le presenze di alcune prestigiose firme del mondo accademico quali il professore Matteo Di Biase (Foggia), il professore Pasquale Perrone Filardi (Napoli), il professore Gianfranco Sinagra (Trieste) e il professore Fiorenzo Gaita (Torino).

La due giorni avrà inizio venerdì 24 novembre alle ore 9 con l’apertura dei lavori da parte di Gennaro Bellizzi, direttore del convegno e responsabile dell’Unità Operativa Complessa Utic – Cardiologia dell’Ospedale “Sant’Ottone Frangipane” di Ariano Irpino.

Fra gli argomenti più significativi che verranno trattati: lo scompenso cardiaco, la sindrome coronarica acuta, i nuovi trattamenti per le dislipidemie e le miocarditi. In programma anche una tavola rotonda sulla rete regionale dell’infarto miocardico acuto, che ha avuto proprio nella collaborazione fra il reparto cardiologico di Ariano Irpino e la Cardiologia del “Moscati” di Avellino il suo modello costitutivo, quando, 15 anni fa,  si decise di dar vita ad una sinergia tra le due strutture che ha contribuito a salvare tante vite.

La cardiologia di Ariano Irpino rappresenta, una struttura di riferimento per la popolazione, riconosciuta dalla comunità cardiologica regionale e nazionale per l’intensa attività nel campo dell’urgenza/emergenza e nel settore dell’impianto dei pacemaker e defibrillatori automatici, un impegno che anche nel 2017 ha presentato numeri particolarmente importanti.

Appuntamento dunque al 24 e 25 novembre prossimi per una “due giorni” sicuramente ricca di nuovi e importanti aggiornamenti per gli operatori sanitari del territorio.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button