Cronaca

Baby squillo Avellino, in tre a processo a marzo

AVELLINO. La procura distrettuale di Napoli,  ha chiesto il giudizio immediato per i tre indagati accusati di induzione e sfruttamento della prostituzione minorile e atti sessuali a pagamento con minori. Nessun passaggio per l’udienza preliminare con eventuale rinvio a giudizio, dunque,  per i tre indagati che il 7 marzo saranno sottoposti direttamente a processo.  I tre imputati furono tratti in arresto tra Avellino, Mercogliano e Lapio lo scorso 30 ottobre quando i carabinieri del comando provinciale di Avellino diedero esecuzione a un’ordinanza di misura cautelare emessa dal Gip, Isabella Iaselli. In carcere il gestore del circolo L’Incontro, mentre i due clienti abituali finirono agli arresti domiciliari. Le indagini sull’attività illecita svolta nel circolo, partite nel marzo 2016 fino al maggio 2017 hanno consentito di appurare che De Vito adescava le ragazzine nel circolo privato dove, dopo aver marinato la scuola o durante le assemblee, trascorrevano qualche ora. Ad incastrare l’uomo e i due che avrebbero avuto rapporti con le baby squillo, le dichiarazioni di alcune delle ragazzine e le intercettazioni telefoniche. Per l’evidenza delle prove si è deciso dunque il processo immediato per i tre indagati.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button