Cronaca

Avellino, spari durante la festa per la vittoria degli Europei: Casanova fa scena muta

Spari durante la festa per la vittoria degli Europei ad Avellino: Ciro Casanova si è avvalso della facoltà di non rispondere

Spari durante la festa per la vittoria degli Europei ad Avellino: Ciro Casanova si è avvalso della facoltà di non rispondere per poi rilasciare dichiarazioni spontanee per proclamarsi innocente. L’uomo, la sera tra il 6 e il 7 luglio scorso, ha ferito tre persone.

Avellino, spari in viale Italia: Casanova fa scena muta

Come riporta Il Mattino, nel corso dell’interrogatorio di garanzia, il 55enne ha negato gli addebiti contestati, ma senza rispondere alle domande del gip. I fatti, oggetto del provvedimento restrittivo, risalgono alla notte tra il 6 il 7 luglio scorso, quando, nelle ore immediatamente successive alla vittoria della Nazionale di calcio nella partita valida per la semifinale del campionato europeo, in pieno centro di Avellino, e segnatamente in viale Italia nei pressi dell’Istituto Scolastico Solimena, si verificava una sparatoria con plurimi colpi esplosi tra la folla ancora in festa.

L’uomo è ritenuto gravemente indiziato della commissione di gravi reati, quali il tentato omicidio plurimo e la detenzione e porto illegale di arma da sparo, con a corredo munizionamento cal. 7,65 dall’aumentata micidialità, non vendibile secondo gli ordinari canali commerciali. Reati ulteriormente aggravati, perché realizzati avvalendosi del concorso del figlio 17enne, anch’egli partecipante all’agguato a mano armata.

Articoli correlati

Back to top button