Cronaca

Scacco matto al Nuovo Clan Partenio, 14 arresti: 5 società sotto sequestro

Avellino, arresti nell’inchiesta sul Nuovo Clan Partenio. I carabinieri hanno eseguito 14 misure cautelari e il sequestro di 5 società

Avellino, arresti nell’inchiesta sul Nuovo Clan Partenio. Questa mattina i carabinieri del comando provinciale del capoluogo irpino e i militari del Nucleo di Polizia Economico Finanziaria della Guardia di Finanza di Napoli hanno eseguito 14 misure cautelari (otto in carcere e sei ai domiciliari) e il sequestro preventivo di cinque società e altri beni (fra crediti, quote sociali e azioni) per un valore complessivo di oltre quattro milioni di euro.

Nuovo Clan Partenio, 14 arresti

L’indagine è condotta dalla Direzione Distrettuale Antimafia di Napoli Gli indagati sono accusati a vario titolo e con diversi gradi di responsabilità (accuse che ora dovranno passare al vaglio di un giudice) di Associazione per delinquere di tipo mafioso, estorsione, scambio elettorale politico-mafioso, turbata libertà degli incanti, falsità materiale, truffa, trasferimento fraudolento di valori e riciclaggio.

Gli arresti in carcere sono stati eseguiti a carico di:

  • Livia Forte, 59 anni, di Avellino
  • Modestino Forte, 54 anni, di Avellino
  • Armando Pompeo Aprile, 61 anni, di Avellino
  • Beniamino Pagano, 40 anni, di Mercogliano
  • Damiano Genovese (che era già ai domiciliari), 37 anni, di Avellino
  • Carlo Dello Russo, 43 anni, di Mercogliano (già in carcere)
  • Nicola Galdieri, 45 anni, di Mercogliano (già in carcere)
  • Pasquale Galdieri, di 46 anni, di Mercogliano (già in carcere)

Ai domiciliari:

  • Antonio Ciccone, 43 anni, di Avellino
  • Antonio Barone, 44 anni, di Avellino
  • Gianluca Formisano, 36 anni, di Serino
  • Emanuele Barbati, 43 anni, di Manocalzati
  • Manlio Di Benedetto, 41 anni, di Atripalda
  • Mario Gisolfi, 61 anni, di Montoro

Le società sequestrate

  • LARA IMMOBILIARE S.r.l., con sede a Roma
  • PUNTO FINANCE S.r.l., con sede a Roma
  • RINASCIMENTO ITALIANO S.r.l., con sede ad Anzio
  • ARCA DI NOE’ S.r.l., con sede a Serino
  • NUVOLA S.r.l., con sede ad Avellino

L’indagine

L’indagine prende spunto dall’inchiesta principale che aveva già portato a 22 arresti. Questi accertamenti si focalizzano su quello che era considerato il motore economico del Clan.

Nelle carte si fa riferimento alle elezioni del Consiglio Comunale di Avellino del giugno 2018 quando, per l’accusa, Damiano Genovese (figlio del boss del primo Clan Partenio, Amedeo) sarebbe stato eletto consigliere comunale grazie anche a persone vicine al Nuovo Clan Partenio, in cambio della riassegnazione di un centro sportivo sito in Avellino.

Il patrimonio sequestrato

L’intero patrimonio sequestrato ammonta a 59 fabbricati e 26 terreni ai quali si aggiungono un milione e mezzo di euro sequestrato agli indagati fra conti personali e altri beni. E’ in corso, inoltre, un sequestro preventivo relativo a 5 società: 1 struttura di assistenza sociale-residenziale; 2 società immobiliari; 1 società di consulenza amministrativa; 1 attività di ristorazione.

Articoli correlati

Back to top button