Cronaca

Per Avellino è il bomba day: in 2.300 lasciano le abitazioni

Per Avellino è il bomba day. Uomini e mezzi all'opera per consentire la rimozione e la bonifica dell'ordigno bellico

Per Avellino è il bomba day. Uomini e mezzi all’opera per consentire la rimozione e la bonifica dell’ordigno bellico che riposa sul letto del Fenestrelle, al di sotto del Ponte della Ferriera.

Bomba day ad Avellino: le operazioni

La macchina organizzativa messa a punto, sotto l’egida della Prefettura, dai Comuni di Avellino e Atripalda, Esercito, Forze dell’Ordine, Genio Civile e Protezione civile, è stata perfezionata in ogni dettaglio. Ieri mattina, l’amministrazione avellinese ha preso possesso delle strutture scolastiche per l’accoglienza degli evacuati e disposto le sanificazioni. Il programma non subirà cambiamenti. Le operazioni di bonifica partiranno sono partite 6.30. A questo punto, partirà l’evacuazione delle strade comprese nel raggio di 258 metri dalla posizione in cui si trova l’ordigno. E dovranno concludersi entro le 9.30.

Il disinnesco

La bomba sarà disinnescata a cava Bruschi, ad Atripalda. Fino a quel momento, tutte le arterie interessate saranno chiuse al traffico, veicolare e pedonale. I circa 20 varchi di accesso alle zone ricadenti nel raggio indicato saranno presidiati dalle forze dell’ordine. Potranno essere attraversati solo dai veicoli autorizzati. I cittadini da evacuare, circa 2.300 secondo le stime, potranno lasciare la zona rossa con mezzi propri o sfruttando il servizio organizzato dalle istituzioni.

Articoli correlati

Back to top button