Cronaca

Avellino, tre persone a processo per la truffa ad una banca del Cilento

Tre avellinesi rinviati a giudizio per truffa. In totale sono otto le persone che andranno a processo – tra cui i tre irpini – con l’accusa di truffa riciclaggio per oltre 180mila euro.

Avellinesi a processo per una truffa

La truffa – come scrive thewam – è stata realizzata a danno della Banca di Credito Cooperativo Cilentano. Il procedimento penale quindi si è incardinato davanti al tribunale di Vallo della Lucania. Gli inquirenti hanno tracciato il percorso del denaro, spostato non solo con transazioni economiche ma anche attraverso ricariche telefoniche per aggirare gli investigatori.

L’indagine

L’indagine è scattata nel 2017 quando un 32enne di Agropoli avrebbe prodotto note di presentazione di debito fasulle, relative a una società, per un valore di 185mila euro. Il tutto con la collaborazione di un donna (accusata di favoreggiamento personale) che gli aveva sbloccato il conto, “congelato” dalla direzione della Banca di Credito Cooperativo cilentano.

L’uomo, dopo aver incassato il denaro,  lo avrebbe distribuito su conti o con spese per schede telefoniche agli altri indagati. Accusati – perciò – di concorso in riciclaggio.

La posizione degli avellinesi

I tre avellinesi coinvolti nell’indagine avrebbero ricevuto denaro sui rispettivi conti al fine di occultarlo. Nello specifico 20mila euro sul conto corrente di un 34enne, 10mila su quello di un 32enne e 40mila per un 39enne. Dovranno comparire in aula, con gli altri imputati, il prossimo 24 gennaio.

Articoli correlati

Back to top button