Cronaca

Avella, i funerali di Chiara sulle note di “Vivere a colori”

Ieri la comunità di Avella ha dato l'ultimo saluto alla piccola Chiara. La 17enne purtroppo ha perso la sua battaglia contro il Coronavirus

Ieri la comunità di Avella ha dato l’ultimo saluto alla piccola Chiara. La 17enne purtroppo ha perso la sua battaglia contro il Coronavirus dopo 15 giorni di agonia. La giovane è deceduta al Covid Hospital del Moscati di Avellino, dove era ricoverata dallo scorso 23 novembre.

Avella, i funerali di Chiara

Con le note della canzone «Vivere a Colori» di Alessandra Amoroso è stata salutata per l’ultima volta da amici e parenti Chiara Vittoria.  La salma è stata portata a spalla dagli zii e dai cugini, mentre i genitori e la sorella hanno dovuto seguire la cerimonia da casa poiché in quarantena.

“Chiara è viva”

Appena la musica si è spenta le amiche della ragazza hanno fatto volare al cielo palloncini bianchi, accompagnati dal suo delle campane. Il viaggio verso il cimitero è stato preceduto da un lungo applauso. Il parroco, nel corso dell’omelia, è rimasto sul piano teologico, concentrandosi sui temi della morte e della resurrezione. «Gesù è la salvezza, la verità e la speranza di ognuno di noi. Una vita senza Cristo è buia. Gesù è morto e risorto per tutti noi, anche per Chiara, che è viva – ha affermato Don Giuseppe Parisi, rivolgendosi ai familiari della 17enne – i genitori ci hanno dato un insegnamento lodevole offrendo al signore, nel corso di questi anni, un sacrificio che ha reso sacro il dolore di oggi. Con Antonio, il papà, ho avuto l’occasione molte volte di comprendere i suoi sacrifici per la famiglia e per la figlia in particolar modo. Persone che non si sono mai ribellate perché contraddistinte dal una immensa cristianità».


Tutte le notizie sul coronavirus

Il sito del Ministero della Salute

Articoli correlati

Back to top button