Cronaca

Atripalda, morte di Michele Naccarelli: aggrediti tecnici Rai

Tragica scoperta nella giornata di ieri Atripalda. Un 55enne è stato ritrovato nella sua abitazione in una pozza di sangue. Si tratta del 55enne Michele Naccarelli, l’uomo che nel 2012 uccise la moglie con 7 colpi di pistola. Una coppia di tecnici della Rai, giunta sul posto per documentare il ritrovamento del cadavere, è stata aggredita.

Atripalda: Michele Naccarelli trovato morto in casa

I Carabinieri di Atripalda insieme a quelli di Avellino ed al personale della Sezione Investigazioni Scientifiche dell’Arma stanno indagando sul caso. Al momento non si conoscono altri dettagli sulla vicenda e sono in corso le indagini.

Si tratta di Michele Naccarelli, 55enne di Atripalda che nel 2012 aveva ucciso la moglie, Fabiola Speranza, 45 anni, con sette colpi di pistola. Il corpo è stato ritrovato da uno dei figli questa mattina nella sua abitazione in contrada Pettirossi.

Aggrediti tecnici Rai

Una coppia di tecnici della Rai è stata aggredita. I due (un uomo e una donna) si erano recati nel Comune irpino per documentare il ritrovamento del cadavere di Michele Naccarelli, in una pozza di sangue. Per loro, oltre l’attrezzatura distrutta, anche alcune ferite che sono state poi medicate dal personale del 118 giunto sul posto.


Tutte le notizie sul coronavirus

Il sito del Ministero della Salute

Articoli correlati

Back to top button