Inchiesta

Atripalda: edifici costruiti su un canale, la vertenza dopo 40 anni

ATRIPALDA. Dopo 40 anni il Genio Civile avvia un procedimento verso alcuni palazzi di Atripalda che pare siano stati costruiti senza autorizzazione su un canale demaniale. È scattata dunque dopo anni, una vertenza urbanistica che coinvolge tutti i proprietari dei tre stabili siti in via San Giacomo. L’amministrazione comunale di Atripalda è pronta a scendere in campo per salvare i tre edifici in questione.

 «Oggi – spiega il primo cittadino di Atripalda –  il Genio Civile ha avviato un procedimento perché i palazzi insistono su questa area demaniale senza rispettare le distanze da un fosso». Il genio civile ha infatti chiesto al Comune di Atripalda di notificare a tutti i proprietari degli appartamenti in questione, l’avvio del procedimento.

«Si tratta di un procedimento che ha la possibilità di poter essere sanato. -Afferma Spagnuolo al quotidiano  Il Mattino – Ma ciò passa attraverso una serie di valutazioni tecniche e amministrative».

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button