Curiosità

Atalanta e Inter: come prosegue l’avventura in Champions delle lombarde

L’Atalanta è uscita sconfitta per 5-0 dalla partita giocata contro il Liverpool di Momo Salah, l’Inter ha dovuto piegarsi per 3-2 al Real Madrid e ora il passaggio del turno per i nerazzurri è a dir poco complicato

Si è da poco concluso il terzo turno valevole per i gironi di Champions League edizione 2020-2021 e le due squadre lombarde impegnate nella massima competizione europea per club si sono rese protagoniste di due prestazioni da dimenticare. Come raccontato anche al link https://sport.virgilio.it/, mentre l’Atalanta è uscita sconfitta per 5-0 dalla partita giocata contro il Liverpool di Momo Salah, l’Inter ha dovuto piegarsi per 3-2 al Real Madrid e ora il passaggio del turno per i nerazzurri è a dir poco complicato.

 

 

La squadra di Conte non può commettere altri passi falsi

 

Dopo i pareggi nelle prime due partite disputate contro il Borussia Mönchengladbach e lo Shakhtar Donetsk, nella terza gara del Girone l’Inter di Antonio Conte era chiamata a fare l’impresa sul campo del Real Madrid, ma nonostante la rimonta dal 2-0 al 2-2, alla fine Lautaro e compagni sono tornati nuovamente a casa con le ossa rotte. Ora per i nerazzurri il discorso passaggio del turno si fa sempre più complicato, con la squadra di Conte che a quota due punti ricopre l’ultimo posto nel Girone B, a due lunghezze di distanza dallo Shakhtar e dal Real Madrid secondi e a tre di distanza dai tedeschi primi. Ciò che preoccupa maggiormente i tifosi nerazzurri è la tenuta difensiva della squadra che sia in Serie A che in Europa si sta confermando il vero punto debole della compagine milanese. Conte dovrà lavorare duramente per ovviare alle evidenti difficoltà concettuali e tecniche manifestate dal proprio reparto difensivo e la sensazione è che per farlo ci vorrà del tempo, tempo che non potrebbe essere sufficiente. Dando un’occhiata alle scommesse disponibili al link https://www.planetwin365.it/, anche in campionato l’Inter continua a faticare e ora i nerazzurri non sono più considerati i favoriti assoluti per la vittoria dello scudetto.

                                                   

 

La Dea non brilla più

 

A differenza dei cugini nerazzurri, in questa edizione della Champions l’Atalanta era già riuscita a conquistare una vittoria contro i danesi del Midtjylland, per poi pareggiare nella gara interna contro gli olandesi dell’Ajax. Alla vigilia della sfida contro il Liverpool, c’era pertanto enorme interesse nello scoprire come se la sarebbero cavata gli uomini di Gasperini, chiamati probabilmente a una delle sfide più difficile e impegnative della storia del club bergamasco. Tuttavia, come raccontato anche al link https://www.corrieredellosport.it/, dopo un buon inizio di match, Zapata e compagni sono stati letteralmente annichiliti dai Reds che si sono imposti con il pesantissimo risultato di 0-5 e che, soprattutto, hanno dimostrato di essere più forti dei bergamaschi sia dal punto di vista dell’intensità che dal punto di vista tattico e tecnico. Il passaggio del turno resta ancora un obiettivo raggiungibile, ma la squadra di Gasperini dovrà essere brava a trovare quanto prima quella freschezza di gioco e fisica messa in scena durante tutto l’arco della passata stagione.

Per la Dea questa dovrà essere necessariamente la stagione della definitiva consacrazione e la sensazione è che gli orobici abbiano a disposizione tutti i mezzi per invertire immediatamente la rotta. L’Inter di Conte, dal canto suo, dovrà dimostrare di essere pronta a compiere il definitivo salto di qualità e non vediamo l’ora di scoprire se alla fine i nerazzurri riusciranno a ingranare la marcia giusta.

Francesco Piccolo

Giornalista professionista, direttore del network L'Occhio che comprende le redazioni di Salerno, Napoli, Benevento, Caserta ed Avellino. Direttore anche di TuttoCalcioNews e di Occhio alla Sicurezza.

Articoli correlati

Back to top button

Individuato Adblock




Per visualizzare il sito
Disattiva AdBlock

L'Occhio Network è un giornale gratuito e per coprire le spese di gestione la pubblicità è l'unica fonte di sostegno.
Se vuoi che L'Occhio Network continui ad essere fruibile gratuitamente non bloccare le pubblicità.
Grazie di supporto