Arrestato Giusepe Galati, candidato del Centrodestra in Irpinia

guadia-finanza

Il Tribunale di Catanzaro ha emesso anche un provvedimento di sequestro di beni per un valore di oltre dieci milioni di euro

L’ex deputato Giuseppe Galati è coinvolto in una maxi inchiesta della Guardia di Finanza denominata “Quinta bolgia”

Galati è stato un esponente di spicco di Forza Italia, di origini calabresi ma candidato nel colleggio del Senato nel collegio di Avellino. Insieme a lui sono state tratte in arresto altre 23 persone, l’ex deputato è stato posto ai domiciliari.

I Finanzieri del nucleo di Polizia economico-finanziaria di Catanzaro, coordinati dal Procuratore della Repubblica, dott. Nicola Gratteri, dal Procuratore Aggiunto, dott. Vincenzo Capomolla, e dai sostituti procuratori, dott. Elio Romano e Dott. Vito Valerio, hanno dato esecuzione, con il supporto del Servizio Centrale Investigazione Criminalità Organizzata (s.c.i.c.o.) di roma, a 24 ordinanze di custodia cautelare (12 in carcere e 12 agli arresti domiciliari) e a un provvedimento di sequestro di beni per un valore di oltre dieci milioni di euro, emessi dal g.i.p. del Tribunale di Catanzaro su richiesta di questa procura distrettuale.

TAG