Arrestato l’ex amministratore delegato De Simone: incastrato dalle telecamere

De-Simone

Arrestato l'ex amministratore delegato avellinese Maurizio De Simone, accusato di autoriciclaggio, appropriazione indebita, infedeltà patrimoniale

Arrestato l’ex amministratore delegato avellinese Maurizio De Simone, accusato di autoriciclaggio, appropriazione indebita, infedeltà patrimoniale e per evasione dell’Iva per circa 9 milioni di euro. De Simone ha risposto a tutte le domande del giudice per le indagini preliminari. Ha cercato di chiarire – dinanzi al gip del tribunale di Avellino, Paolo Cassano, che ha effettuato l’interrogatorio di garanzia per rogatoria le condotte contestate dagli inquirenti legate all’autoriciclaggio per oltre un’ora.

Arrestato l’avellinese Maurizio De Simone

Il legale di De Simone ha presentato istanza di revoca e attenuazione della misura cautelare in carcere emessa dal gip del Tribunale di Trapani, Caterina Brignone, ed eseguita dai finanzieri del Nucleo di Polizia Economico-Finanziaria della città siciliana, coordinati dal tenente colonnello Fabio Sava.

Si attenderà la decisione del gip per valutare il ricorso al tribunale del riesame avverso la misura cautelare ed eventuale appello al rigetto della revoca. Indagato, a piede libero, dalla procura di Trapani anche Rino Caruso originario di Palermo, ma residente ad Avella che ricopriva l’incarico di direttore generale della società Trapani Calcio quando De Simone era il patron della stessa. A mettere in moto la macchina investigativa su De Simone e sul suo stretto collaboratore, una querela sporta nell’agosto 2019 dai legali rappresentanti della società Alivision (trasport società cooperativa) e della Società Trapani srl.

Le indagini

Fondamentali ai fini investigativi l’acquisizione delle conversazioni telefoniche e alcuni messaggi whatsapp effettuata dagli agenti delle fiamme gialle di Trapani. L’ex manager della Trapani Calcio, in una conversazione, riferisce al commercialista: «Dovrei sistemare anche la questione delle quote» proseguendo De Simone precisa «il milione (provento della vendita della società sportiva Trapani) va ai soci». Dopo un attimo di esitazione del commercialista De Simone asserisce: «Va ai soci della Fm service srl capisci a me». Continuando svela il suo piano al professionista: «Li devo togliere di mezzo…mi devo mettere io come socio, devo incassare io i soldi».

 

TAG