Arredo urbano al Corso: fine dei lavori dopo Natale

arredo urbano Corso Vittorio Emanuele

Via i gazebo e le sedute dal salotto buono di Avellino entro la prima settimana di Dicembre, il resto dei lavori slitta dopo le festività natalizie

AVELLINO. Il Comune di Avellino ha dato il via alla procedura per la realizzazione del nuovo arredo urbano nel salotto buono della città. Aperte le buste contenenti le offerte economiche per i lavori di riqualificazione di Corso Vittorio Emanuele, ad aggiudicarsi la gara una ditta salernitana che ha presentato l’offerta più vantaggiosa. Concluso l’iter amministrativo, dunque si dovrà procedere con i lavori, che visto l’avvicinarsi delle festività natalizie andrebbero suddivisi in due parti per evitare ai cittadini un Natale all’insegna dei cantieri.

Pare che i tecnici di Palazzo di città siano intenzionati ad  intervenire prima con la rimozione del vecchio arredo, dunque dei  gazebo e delle sedute in pietra che verrebbero ricollocati in periferia, entro la prima settimana di dicembre, per riprendere i lavori di riqualificazione subito dopo le festività natalizie. Questo per non recare danni ai commercianti e ai frequentatori del salotto buono della città proprio a Natale.

«Puntiamo a uno smontaggio immediato dei vecchi dehors in modo da sospendere l’appalto per 20 giorni e agevolare le varie
iniziative che da anni caratterizzano il Natale avellinese lungo corso Vittorio Emanuele.– afferma l’assessore all’Urbanistica, Ugo Tomasone al quotidiano Il Mattino –Nella prima fase della riqualificazione riposizioneremo le vecchie fioriere in filari da 5 in modo da creare un effetto in continuità con viale Italia. Mentre le sedute in pietra e acciaio verranno concentrate nei pressi della villa comunale dove troveranno una migliore contestualizzazione».

Una volta verificata la documentazione presentata dalla ditta vincitrice dell’appalto dunque, entro la fine della prossima settimana, il Comune dovrebbe consegnare l’area per consentire l’inizio dei lavori.

TAG