Ariano Irpino, legittima la mozione di sfiducia a Franza: le dichiarazioni della D’Amelio

ariano-irpino-sfiducia-franza

Il presidente del consiglio regionale Rosetta D'Amelio interviene sull'ipotesi di una mozione di sfiducia al sindaco Franza da parte di Gambacorta

Ariano Irpino, sfiducia al sindaco Franza: secondo il presidente del consiglio regionale Rosetta D’Amelio, dal momento che primo turno, la maggioranza in consiglio comunale non è del sindaco eletto, lo sconfitto Gambacorta avrebbe diritto a presentare la mozione di sfiducia.

Ariano Irpino, legittima la sfiducia al sindaco Franza

Lo sconfitto alle ultime elezioni per il sindaco di Ariano Irpino, Domenico Gambacorta, insieme consiglieri dell’opposizione, starebbe raccogliendo delle firme per sfiduciare il neo eletto Enrico Franza.

Un terremoto politico senza precedenti, che mostra come Gambacorta, dopo aver perso alle elezioni proviciali, fosse sicuro di rimanere al potere almeno nel suo “feudo”. E che il fatto di aver perso proprio non gli vada giù.

Le opinioni del mondo politico

In sostegno di Franza sono arrivate le parole di Generoso Maraia, che ha avuto parole al vetriolo per l’ex primo cittadino di Ariano

Costringere i propri consiglieri a dimettersi significa non aver rispetto nè per loro nè per chi li ha votati. È spaventato dal fatto che finalmente potremmo scoprire la verità su tanti provvedimenti imposti dall’uomo solo al comando. Pur di continuare a nascondere preferisce far saltare l’intero consiglio continuando a bloccare il rilancio di Ariano.

A sorpresa è interenuta anche Rosetta D’Amelio, presidente del consiglio regionale, che oltre a difendere Gambacorta ha chiamato in causa un illustre precedente, quello di Enrico Berlinguer

Quel che valeva nel P.C.I. valeva nella D.C. come negli altri partiti e credo debba valere anche oggi: una cosa è il livello istituzionale, altra cosa è il partito. Chi è stato messo all’opposizione dagli elettori ha il dovere di fare opposizione.

 

 

TAG