Cultura ed eventi

Fa’ del bene, acquista una Pigotta

ARIANO IRPINO. Cosmo Radio Taurasi (CRT) ancora una volta scende in campo per la beneficenza. Questa volta lo fa a braccetto con un “gigante del bene”, l’Unicef per il progetto “Adotta una Pigotta”.

 

CRT e Unicef, il bene con gioia ma non per gioco

 

Sono già due anni che Cosmo Radio Taurasi è partner ufficiale di Unicef. In questo fine settimana, 9 e 10 dicembre, i ragazzi delle associazioni saranno ad Ariano Irpino (Cardito) dalle 9 alle 13 presso il supermercato Decò, per illustrare il progetto “Adotta una Pigotta”. Un’occasione per fare un regalo di Natale ai propri cari.

Per saperne di più, visita la pagina Fb di CRT: Cosmo Radio Taurasi

Cos’è la Pigotta e a che serve?

“Avrà pure un cuore di pezza. Ma ogni anno salva la vita di migliaia di bambini” è lo slogan che da anni accompagna l’iniziativa Unicef, “Adotta una Pigotta“. Con la vendita delle pigotte (bambole di pezza) Unicef raccoglie fondi per i programmi di solidarietà che porta avanti in tutto il mondo.

Il termine “Pigotta” è un dialettismo lombardo e fa riferimento alle bambole di pezza del dopoguerra. Unicef ha preso questo concetto ricco di sfumature culturali e sociologiche e l’ha trasformato in un segno unico della beneficenza fatta ai paesi in via di sviluppo. Un collegamento che unisce il passato che riaffiora al termine pigotta e il presente di miseria e povertà di tanti paesi in via di sviluppo con il futuro che si va costruendo con iniziative simili.

Regala una Pigotta per Natale

Ogni bambola è fatta a mano. Per questo pregevole variabile di artigianilità, ciascuna è irripetibile. Le cuciono persone di ogni rango e fascia d’età: nonni e bambini, genitori, nelle scuole e a casa, nelle associazioni e nei centri anziani in tutta Italia.
A ben guardare il progetto “Adotta una Pigotta” è un’occasione di rilancio delle sane pratiche comunitarie ed è ossigeno per molte persone sole che non hanno che rare occasioni per ritrovare il proprio posto nel mondo.

Anziani, bambini e associazioni italiani: una macchina che fa bene “ai nostri” e che riesce a dare un po’ di bene anche a tante altre persone. Diciamolo: questo è un modo “per aiutarli a casa loro”.

Basterà una donazione minima per ottenere il meraviglioso simbolo della Pigotta e aiutare così Unicef nei suoi programmi salvavita.

Non solo Pigotte…

Oltre la Pigotta, si può offrire il proprio contributo acquistando anche tazze, portachiavi e altre minuterie dell’Unicef.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button