Cultura ed eventiPoliticaSpeciale Elezioni

Elezioni Comunali, ad Ariano Irpino si vota per il nuovo sindaco: liste e candidati

Ad Ariano Irpino si vota per le elezioni comunali che avranno luogo domenica 20 settembre dalle dalle ore 7 alle ore 23 e lunedì 21 settembre dalle ore 7 alle ore 15. L’eventuale turno di ballottaggio delle elezioni amministrative si terrà il 4 e 5 ottobre. I cittadini sono chiamati a scegliere il nuovo sindaco e i consiglieri comunali. 

Dopo il terremoto politico di gennaio, quando Enrico Franza aveva rassegnato le sue dimissioni, a pochi mesi dall’elezione, i cittadini sono chiamati a scegliere ancora una volta la loro guida. Un test importante per la cittadina del tricolle, che si sta ancora riprendendo dai danni causati dal covid.

 

Elezioni comunali 2020 ad Ariano Irpino, i candidati a sindaco

I candidati a sindaco di Ariano Irpino sono: Enrico Franza, Marcello Luparella, Marco La Carità e Giovanni La Vita.

I candidati per il consiglio comunale di Ariano Irpino

In campo i seguenti candidati per l’elezione a consigliere comunale di Ariano Irpino:

Candidato sindaco Enrico Franza

Lista Partito Socialista Italiano

  • Carmine  Russolillo
  • Roberto Cardinale
  • Giuseppe Albanese
  • Luigi Covotta
  • Mary Pierpaola D’Agostino
  • Michele De Gruttola
  • Francesca Di Gruttola
  • Massimiliano Alberico Grasso
  • Patrizia Grasso
  • Moreno Li Pizzi
  • Giuseppe Lo Conte
  • Carlo Mazzarella
  • Federica Melito
  • Annalisa Memoli
  • Francesco Pio Sollazzo
  • Veronica Tarantino.

Lista Movimento 5 Stelle

  • Giovambattista Capozzi
  • Maria Teresa Grasso
  • Luca Orsogna
  • Pina Iannarone
  • Giovanni Massaro
  • Laura Molinario
  • Andrea Lo Conte
  • Michela Pucci
  • Antimo Terranera
  • Michela Cardinale
  • Toni La Braca
  • Lucia Monaco
  • Antonio Di Iesu
  • Viola Vitillo
  • Fernando Dell’Infante
  • Costanza De Gruttola.

Lista Ariano Futura

  • Pasqualino Molinario
  • Franco Caso
  • Simona Clericuzio
  • Gianluca De Gregorio
  • Carmine De Lillo
  • Tiziana Fodarella
  • Giovanni Marinaccio
  • Andrea Melito
  • Iolanda Paglialonga
  • Valentina Pietrolà
  • Nicola Gennaro Pratola
  • Virgilio Prebenna
  • Florinda Ruzza
  • Antonio Schiavo
  • Moreno Schiavo
  • Elvira Sicuranza.

Lista Democratici per Ariano

  • Daniele Caraglia
  • Loredana Caruso
  • Laura Cervinaro
  • Giuseppe Flammia
  • Antonio Gazzella
  • Carmine Grasso
  • Angela Lo Conte
  • Sabrina Pollastrone
  • Emanuele Russo
  • Marisa Scarpellino
  • Alessio Scauzillo
  • Antonio Serluca
  • Clarissa Anna Tornese
  • Paolo Li Pizzi
  • Giuseppe Tranquillini
  • Grazia Vallone.

Candidato sindaco Marcello Luparella

Ariano che produce

  • Lorenzo Lo Conte
  • Nicola Grasso
  • Raffaele Caggianella
  • Michele Pannese
  • Michele Pierro
  • Alessandro Tiso
  • Antonio Ruccio
  • Daniela Moschella
  • Marisa Sebastiano
  • Grazia Caggianella
  • Liberata Bongo
  • Antonella Grasso
  • Agnese Tiso
  • Anna Maria De Donato
  • Daniela Valente
  • Barbara Perrina.

Ariano di tutti

  • Pasquale Puorro
  • Antonietta Abruzzese
  • Giuditta Santosuosso
  • Dino Cardinale
  • Carmine Biancospino
  • Mario Manganiello
  • Alessandro Moschillo
  • Ramona Ulto
  • Domenico Finizza
  • Elio Carchia
  • Fabiola Moretti

Insieme per Ariano

  • Gianfranco Grasso
  • Costantino La Luna
  • Raffaella Ardente
  • Maria Concetta Barletta
  • Nadia Caruso
  • Michele Ciano
  • Simone De Stefano
  • Maurizio Forgione
  • Carmela Graziano
  • Giuseppe Guardabascio
  • Carmelo Ottone Masuccio
  • Maria Molinario
  • Adriana Monaco
  • Bruno Riccio
  • Rosa Riccio
  • Valentina Scaperrotta

Ariano convincente

  • Patrizia Savino
  • Angela Altavilla
  • Giuseppe Cardinale Ciccotti
  • Francesco De Donato
  • Giovanna Del Core
  • Francesco Pio De Vitto
  • Giancarlo Giarnese
  • Antonella Grasso
  • Marianna Macchione
  • Raffaella Manganiello
  • Veronica Orastella
  • Antonio Pannese
  • Crescenzo Perrina
  • Antonio Santoro
  • Antonietta Santosuosso
  • Rosaria Pia Tiranno

Siamo Ariano mente e cuore per Ariano Irpino

  • Michela Abbatangelo
  • Federico Cervinaro
  • Fabio Corsano
  • Giuseppe Corsano
  • Luigina Costante
  • Rosa Cristina
  • Natalia De Biase
  • Francesca Di Furia
  • Giuseppe Grasso
  • Lorenzo Guardabascio
  • Francesco Mauriello
  • Carmela Matteo
  • Angiola Paone
  • Giancarlo Pesce
  • Giancarlo Sicuranza
  • Daniele Tiso

Candidato sindaco Marco La Carità

Fratelli D’Italia

  • Nicoletta Caraglia
  • Carmine Ruggiero
  • Maria Rosa Cipriano
  • Antonietta De Donato
  • Angelantonio De Giglio
  • Angela De Gruttola
  • Mario Giorgione
  • Andrea Graziosi
  • Emilio Guardabascio
  • Giovanna Maraia
  • Antonio Moschella
  • Alberto Pannese
  • Chiara Scauzillo
  • Roberto Scrima
  • Raffaella Vitillo
  • Antonio Scrima

Lega Salvini

  • Marica Grande
  • Federico Puorro
  • Marilena De Lillo
  • Vito De Luca
  • Marcella Iannarone
  • Luca Spagnoletti
  • Angelica Intonti
  • Vito Melito
  • Arianna Costanzo
  • Antonio Mazzeo
  • Jessica Tofalo
  • Giuseppe Masucci
  • Rossella Paone
  • Emanuele Marrone
  • Tiziano Lo Surdo

Unione popolare Italia unione di centro orizzonti popolari

  • Ylenia Abbruzzese
  • Laura Alterio
  • Elena Camuso
  • Leonarda Cardinale
  • Raffaele Cardinale
  • Alessio Castagnozzi
  • Anna Fodarella
  • Raffaele Ionno
  • Claudio Lepore
  • Silvia Melito
  • Ada Pratola
  • Angelo Puopolo
  • Letizia Salza
  • Isabella Tammaro
  • Eva Vernacchio
  • Ettore Zecchino

Moderati Per Ariano

  • Emerico Maria Mazza
  • Claudio Nisco
  • Antonio Della Croce
  • Stefania Li Pizzi
  • Antonio Santosuosso
  • Ylenia Belluoccio
  • Diego Cuoco
  • Lorenzo Boris Di Furia
  • Virginia Di Furia
  • Maria Grazia Farisco
  • Raffaele Grasso
  • Anselmo Josè La Manna
  • Giuseppe Modugno
  • Anita Molinario
  • Romina Roberto
  • Anna Vernacchia

Popolo e territorio per Ariano

  • Sara Pannese
  • Carmelo Marinaccio
  • Anna Lo Sanno
  • Francesco Paolo Chiuchiolo
  • Giovanna Romagnuolo
  • Antonio Caterina
  • Angela Merola
  • Daniele Grasso
  • Gianluca Albore
  • Vincenzo Fabrizio Ciardullo
  • Antonio Coraggio
  • Concettina Abbatangelo
  • Matteo Gambacorta
  • Annamaria Tiranno
  • Vincenzo Sebastiano
  • Carlo Riccio

Candidato sindaco Giovanni La Vita

Noi Campani

  • Pasquale Scrima
  • Martina Peluso
  • Christian Monaco
  • Francesca Muto
  • Emanuel Coppola
  • Marianna Prebenna
  • Luigi Giardino
  • Gessica Chianca
  • Marco Barbati
  • Lorena Rosalia Mancini
  • Oto Di Roma
  • Beatrice Musio
  • Michele Russo
  • Maria Rosaria Di Gruttola
  • Sandro Spera
  • Cinzia Lambiase

Democrazia e progresso

  • Giuseppe Ciasullo
  • Floriana Mastandrea
  • Carmelo Barbieri
  • Michelangelo Chiuchiolo
  • Rosanna Chiuchiolo
  • Andrea Cardinale
  • Michele Corsano
  • Monica De Donato
  • Gerardo Matteo Iacobaccio
  • Armanda Lambiase
  • Marina Manganiello
  • Daniela Ortu
  • Aldo Perna
  • Rosamaria Pisapia
  • Luigi Sicuranza
  • Giulio De Gruttola

 


Come votare il sindaco

L’elezione del sindaco e del consiglio comunale si effettua con il sistema maggioritario secco in base al quale la lista che ottiene più voti vince. Con la lista dei candidati al consiglio deve essere indicato il nome del candidato alla carica di sindaco ed il programma amministrativo.  Nella scheda, dunque, a fianco del contrassegno, è indicato il nome del candidato sindaco. Ogni elettore può:

  • votare per il candidato sindaco, segnando il relativo contrassegno;
  • esprimere un voto di preferenza per un candidato alla carica di consigliere rientrante nella lista collegata al sindaco prescelto scrivendo il cognome del consigliere nella riga stampata sotto il medesimo contrassegno.

Nei comuni con popolazione compresa tra 5mila e 15mila abitanti, ciascun elettore può esprimere, nelle apposite righe stampate sotto il medesimo contrassegno, uno o due voti di preferenza, scrivendo il cognome di non più di due candidati compresi nella lista collegata al candidato alla carica di sindaco prescelto. Nel caso di espressione di due preferenze, esse devono riguardare candidati di sesso diverso della stessa lista, pena l’annullamento della seconda preferenza. Quando l’elettore omette il voto al contrassegno di lista, ma esprime correttamente il voto di preferenza per un candidato a consigliere, s’intende validamente votata:

  • la lista a cui appartiene il candidato votato;
  • il candidato a consigliere votato;
  • il candidato sindaco, collegato con la lista a cui appartiene il candidato consigliere votato.

Il voto al candidato sindaco vale anche come voto alla lista collegata non essendo previsto il cosiddetto “voto disgiunto”. Alla lista dei candidati a consigliere comunale sono assegnati tanti voti quanti sono i voti conseguiti dal candidato sindaco a questa collegato. La ripartizione dei seggi fra le liste di candidati è effettuata dopo la proclamazione dell’elezione del sindaco. Alla lista collegata al sindaco eletto sono attribuiti due terzi  15
dei seggi assegnati al consiglio. I restanti seggi sono ripartiti proporzionalmente fra le altre liste. È disciplinata l’ipotesi particolare in cui sia stata ammessa o presentata una sola lista; in tal caso l’elezione è valida se la lista ed il sindaco ad essa collegato abbiano ottenuto un numero di voti validi non inferiore al 50 per cento dei votanti ed il numero dei votanti non sia stato inferiore al 50 per cento degli elettori iscritti nelle liste elettorali del Comune. Qualora non siano state raggiunte tali percentuali, l’elezione è nulla.

Elezione del sindaco nei comuni con popolazione superiore ai 15mila abitanti

Il sindaco è eletto a suffragio universale e diretto, contestualmente all’elezione del consiglio comunale, e con sistema a maggioranza assoluta, per cui risulta vincitore il candidato sindaco che ottiene il 50% più uno dei voti validi. Se nessun candidato raggiunge tale quorum, si passa al secondo turno che si svolge, nella seconda domenica successiva a quella del primo, tra i due candidati che hanno conseguito più voti. Per i candidati ammessi al turno di ballottaggio restano fermi i collegamenti con le liste per l’elezione del consiglio dichiarati al primo turno.

Tuttavia, questi hanno facoltà, entro sette giorni dalla prima votazione, di dichiarare il collegamento con ulteriori liste rispetto a quelle del primo turno. Ciascun elettore può, con unico voto, votare per un candidato alla carica di sindaco e per una delle liste ad esso collegate, tracciando un segno sul contrassegno di una di tali liste. L’elettore può anche votare per un candidato alla carica di sindaco, non collegato alla lista prescelta, tracciando un segno sul relativo rettangolo (voto disgiunto).

Elezione del consiglio nei comuni con popolazione superiore ai 15mila abitanti

Le liste per il consiglio comunale devono indicare un numero di candidati non superiore a quello dei consiglieri da eleggere e non inferiore ai due terzi; nelle liste dei candidati nessuno dei due sessi può essere rappresentato in misura superiore a due terzi, con arrotondamento all’unità superiore qualora il numero dei candidati del
sesso meno rappresentato da comprendere nella lista contenga una cifra decimale inferiore a 50 centesimi.

Accanto alla lista va indicato il candidato alla carica di sindaco ed il programma amministrativo da affiggere all’albo pretorio. Più liste possono indicare lo stesso candidato, presentando il medesimo programma amministrativo e si considerano fra loro collegate. In ordine all’attribuzione dei seggi, non sono ammesse le liste che abbiano ottenuto
al primo turno meno del 3 per cento dei voti validi e che non appartengono a nessun gruppo di liste che, nel primo turno, abbia superato tale soglia; alla lista collegata al sindaco eletto, che abbia ottenuto almeno il 40 per cento dei voti validi, è assegnato il 60 per cento dei seggi (premio di maggioranza). La proclamazione degli eletti è effettuata dal presidente dell’ufficio centrale elettorale dopo il riepilogo dei risultati nelle diverse sezioni.

Il sindaco entro tre giorni dalla chiusura delle operazioni di scrutinio pubblica i risultati delle elezioni e li notifica agli eletti. Il consiglio comunale, nella seduta successiva alle elezioni, prima di deliberare su qualsiasi altro oggetto, ed anche se non sono stati avanzati reclami, deve esaminare le condizioni del sindaco e dei consiglieri e dichiararne l’ineleggibilità, qualora sussista una delle cause previste dalla legge.

 


Elezioni Comunali 2020, tutto quello che c’è da sapere


 

Articoli correlati

Back to top button