Cronaca

Antonio Argenziano, il ricordo di Sbrescia

AVELLINO. Antonio Argenziano ha lasciato un vuoto in molti che lo hanno conosciuto. Vincenzo Sbrescia lo ricorda così.

 

«Presidente dell’Area di sviluppo industriale (ASI), del Comitato di controllo e della USL di Avellino, Segretario regionale della DC, nonché Consigliere regionale della Campania, l’Onorevole Antonio Argenziano, scomparso a 77 anni, ha vissuto una vita intensa e ricca di successi conseguiti sul piano politico e partitico, oltre che sul piano istituzionale ed amministrativo.

Oratore colto e raffinato, personalità politica lucida e lungimirante, dirigente pubblico onesto e capace, l’Onorevole Antonio Argenziano s’inscrive nella costellazione degli illustri irpini che hanno dato onore alla loro terra natale, assumendo posizioni di prestigio e responsabilità sul piano politico ed istituzionale. Esponente autorevole del partito della Democrazia Cristiana, Tonino Argenziano ha rappresentato un riferimento di grande rilievo sullo scenario politico regionale e non solo. Dotato di una non comune visione politica, di un piglio manageriale e di una profonda conoscenza delle questioni socioeconomiche e dei temi concernenti lo sviluppo territoriale, ha caratterizzato il suo impegno pubblico per la sua efficace capacità amministrativa e per il suo senso delle istituzioni.

Ebbi occasione di dialogare con lui alla fine degli anni 90, ricevendo preziosi consigli circa le questioni amministrative riguardanti la Città capoluogo. L’ho incontrato l’ultima volta dopo l’estate, a Mercogliano (città che era sempre nel suo cuore) all’uscita della Santa Messa della Chiesa di Via Nazionale Torrette, fu come sempre cordiale ed affettuoso, mi ricordò la sua antica amicizia con mio padre insieme al quale aveva collaborato ai tempi del Coreco di Avellino.

Oltre al carisma ed all’autorevolezza, ricordo di Antonio Argenziano la grande competenza, la passione civile, l’approccio manageriale e la disponibilità al dialogo, anche con i giovani; insegnamenti preziosi di una vita intensamente trascorsa da protagonista dell’agone politico».

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button