Amianto ritrovato a Nusco, la denuncia

Nusco rifiuti amianto furti sicurezza

A rischio la salute dei cittadini. I consiglieri Molinario e Marino: «Bisogna agire subito con risorse disponibili. Non aspettiamo finanziamenti ipotetici»

NUSCO. In località Fiorentino a Nusco, ci sono dei rifiuti di amianto. A denunciare il fatto Lucio Molinario e Gianni Marino, i due consiglieri comunali fanno riferimento a un verbale della stazione dei carabinieri di Nusco acquisito dal comune nel maggio 2016. Nel verbale delle forze dell’ordine si comunicava che nell’aprile 2016, i militari intervenivano, insieme ai vigili del fuoco, su un’area demaniale in località Fiorentino, dove erano stati abbandonati dei rifiuti speciali. L’Arpac Avellino, una volta eseguiti i dovuti accertamenti di campionatura e analisi dei rifiuti, accertava che fossero amianto. I consiglieri fanno presente che la rimozione di tali rifiuti sarebbe stata affidata ad una ditta specializzata dopo un anno  e mezzo dal ritrovamento. La ditta avrebbe dunque avuto mandato ad agire nel novembre scorso, ma i rifiuti non sono stati ancora rimossi.

 

Strutture inquinanti

 

Stando a quanto riportato da Molinario e Marino, quei rifiuti non sarebbero gli unici a mettere a rischio la comunità di Nusco. I due consiglieri fanno ancora riferimento ai 40 prefabbricati costruiti dopo il terremoto del 1980, dai quali fuoriuscirebbero particelle che mettono a rischio la salute dei cittadini. Da non sottovalutare l’ex edificio Aias: «Questo luogo deve essere al più presto bonificato per evitare contaminazioni sul territorio e alla popolazione – affermano i consiglieri al quotidiano Il Mattino -. Quando si parla di amianto bisogna correre, usando risorse disponibili, senza aspettare ipotetici finanziamenti».

TAG