Cronaca

Alto Calore, danno erariale da 12 milioni: 13 persone citate in giudizio

AVELLINO. Un danno erariale da 12 milioni. La Corte dei Conti, che accusa l’Alto Calore di incapacità nella riscossione dei crediti, ha citato in giudizio 13 persone. All’inizio erano 16.

Sono state archiviate, infatti, le posizioni dell’ex presidente dell’Alto Calore Raffaello De Stefano, a cui veniva contestato un danno erariale da 400mila euro, di Mario Vanni coordinatore dell’attività di gestione utenza dal novembre 2011 al marzo 2014e attuale sindaco di Altavilla Irpina, a cui veniva contestato un danno erariale per 700mila euro, di Maria Lucia Chiavelli componente del cda 2013-2016 a cui veniva contestato un danno erariale di 400mila euro. L’archiviazione è stata disposta in quanto, dopo aver ricevuto l’invito a dedurre, i tre sono riusciti a dimostrare l’impegno nel risolvere questione.

Le indagini

Le indagini, relative al triennio 2015 – 2018, riguardano la mancata riscossione di circa 8000 fatture o solleciti di pagamento pari a 57milioni di euro e sulla produzione del film il Bacio Azzurro per 368mila euro.

Ecco i nomi delle persone che dovranno comparire dinanzi ai magistrati per i seguenti danni erariali:

  • A Eduardo Di Gennaro, direttore generale dal 2006 al 2015,  2,5 milioni di euro
  • A Francesco Gallo, direttore del servizio utenza commerciale dal 2004 e del servizio amministrativo e finanziario dal maggio 2010, 2,5 milioni di euro
  • A Oreste Montano, responsabile coordinamento e sovrintendenza delle attività relative alla sede di Benevento fra il 2004 e il 2011, 700 mila euro
  • Ad Antonio Spiniello, coordinatore dell’attività di gestione commercializzazione dedita alla riscossione dei canoni, 700mila euro
  • A Francesco D’Ercole, presidente fino al 2013 e componente del cda, 500mila euro
  • A Eugenio Abate, consigliere del cda fino al 2013 ed ex sindaco del Comune di Montemiletto, 500mila euro
  • A Fernando Enrico, consigliere cda fino al 2013 e sindaco del Comune di San Nicola Manfredi, 500mila euro
  • A Ilario Spiniello, consigliere cda fino al 2013, 500mila euro
  • A Gennaro Santamaria, consigliere cda fino al 2013 e capo della segreteria del Ministro all’ambiente Gianluca Galletti, 500mila euro
  • Ad Attilio Santoro, Presidente del cda e sindaco effettivo fino al 2016, 500mila euro
  • A Floriano Panza, sindaco effettivo fino al 2016 di Guardia Sanframonti, 500mila euro
  • A Pellegrino Vassallo, sindaco effettivo fiano al 2013, 300mila euro
  • A Maria Pastore, sindaco effettivo, 156.797 euro

FONTE il Ciriaco

Articoli correlati

Back to top button