Cronaca

Aggressione sulle guardie in carcere, Russo e Palmieri ora alzano la voce

Un’altra aggressione nel carcere di Avellino. Ieri sera un detenuto ha aggredito un ispettore e 2 agenti, tutti costretti a ricorrere alle cure dei sanitari del pronto soccorso.

Aggressione nel carcere di Avellino

A denunciare l’accaduto è il dirigente Nazionale Maurizio Russo e il segretario Regionale Vincenzo Palmieri del sindacato Osapp:

Appare palese e pleonastico che parlare di allarmismo e mancanza di sicurezza per gli agenti che operano nel carcere di Avellino è a dir poco riduttivo. La situazione è al collasso totale, totalmente fuori controllo, urgono interventi risolutivi di sostanza e non formali.

Non è più tollerabile assistere dall’esterno indifferenti a questo scempio, abbiamo l’obbligo di dare e  garantire sicurezza ai nostri colleghi. A coloro che stanno a stretto contatto con i detenuti nelle sezioni, ora basta bisogna intervenire.

Chiederemo ai vertici del Dap e alle Istituzioni di agire immediatamente, di operare in coesione e sinergia per porre un freno a questa situazione divenuta a dir poco insostenibile. Esprimiamo sincera solidarietà ai nostri colleghi. Come sempre la nostra vicinanza è concreta non astratta o di normale prassi, noi siamo sempre al loro fianco, in prima linea ad intervenire e denunciare ogni episodio che metta a rischio la vita e la serenità sia lavorativa che familiare dei colleghi e colleghe della Polizia Penitenziaria.

Di certo non mancherà la nostra presenza in questi giorni nel carcere di Avellino per avere una visione più completa di ciò che sta succedendo.

Mostra di più

Articoli correlati

Pulsante per tornare all'inizio