Curiosità

Acquisti di Natale, cosa scelgono gli avellinesi?

AVELLINO. La nota del presidente provinciale Cidec (Confederazione Italiana degli esercenti commercianti), Nicola Grasso: “L’abbigliamento è in cima alla lista del Natale, sia quella dei regali più desiderati che quella dei doni che gli irpini si accingono a fare. Vestiti, calzature e accessori sono desiderati da oltre sette italiani su dieci (73%), con il dato che arriva all’85% nella fascia di età compresa tra i 35 e i 44 anni. Contro ogni aspettativa, seppur nettamente distanziati, troviamo i libri e le riviste (38%) che salgono sul secondo gradino del podio superando così i prodotti di telefonia e i servizi per la cura della persona, entrambi con il 32% delle preferenze. Seguono i prodotti informatici, indicati dal 27% del campione, ma tra i più giovani (18-24 anni) la percentuale sale al 41%. A sciorinare i dati è la Cidec Avellino, che si rifà alla ricerca condotta dalla società del credito al consumo Compass del Gruppo Mediobanca, dedicando in particolare alla nostra provincia in occasione del Natale”.

 

I regali più ambiti in Irpinia

 

“Per quanto riguarda i prodotti più regalati, –  prosegue la nota – come si diceva in linea con i propri desideri si trovano abbigliamento, calzature e accessori. A dire il vero, in cima ai pensieri ci sono senza dubbio i più i piccoli, con il comparto dei giocattoli che tocca il 51% dei prodotti più acquistati dalla fascia 35-44 anni. Quanto infine al budget di spesa, nonostante il 40% degli avellinesi si sia definito ottimista sulla situazione economica del nostra Provincia nel 2018, non emerge la stessa fiducia nelle intenzioni di spesa, che rimangono stabili rispetto al Natale scorso : 250 euro è il budget massimo di spesa stabilito per il 39% circa degli Irpini (53% se consideriamo la fascia dei giovanissimi), mentre il 27% ha allocato per le spese di Natale un budget da 250 a 500 euro. In media con la ricerca condotta da Coldiretti nei giorni scorsi che definiva la spesa media degli Italiani in 528 euro a famiglia”.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button