Cultura ed eventi

Domenica al Godot Art Bistrot l’attesissimo live di Chantal Acda

AVELLINO.  Domenica 21 gennaio, alle 22, al Godot Art Bistrot di via Mazas ad Avellino arriva la cantautrice olandese Chantal Acda. Per presentarla possono bastare un paio di nomi di artisti che suonano e collaborano stabilmente con lei: Nils Frahm e Peter Broderick.

 

Chi è Chantal Acda

 

Acda è una musicista di origini olandesi che attualmente vive in Belgio. È nota per aver lavorato sino al 2006 conAdam Wiltzie all’interno del progetto Sleepingdog, che coniugava insieme il cantautorato con le atmosfere ambient.

 

«Let your hands be my guide»

 

Da un paio di anni però Acda nutriva il desiderio di realizzare un proprio album, che le consentisse di liberare la propria voce ed esprimere nel modo più personale la propria emotività.
«Let your hands be my guide» è il primo suo lavora da solista. In esso una voce limpida e malinconica le consente di costruire un sound dalla forte carica emotiva. Questa canzone è in grado di conquistare l’ascoltatore sin dalle prime note.

 

Con lei Nils Frahm e Peter Broderick

 

Ad accompagnarla in questo viaggio ci sono quattro eclettici ed eccellenti musicisti: Nils Frahm al pianoforte, Peter Broderick alla voce, Gyda Valtysdottir (della band islandese Mùm) al violoncello e Shahzad Ismaily alla chitarra. Il disco di apre con sonorità morbide appena accennate, voci flebili che appaiono incredibilmente intense, cosi come nelle bellissime «My Night» e «Own time», in cui un mondo interiore, delicato e fragile, appare quasi racchiuso in un bozzolo.

Nel settembre del 2015 esce il suo secondo disco «The Sparkle In Our Flaws», nel 2017 il capolavoro «Bounce back», forse il più bel disco in assoluto dell’anno appena passato.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button