Cronaca

Ecco le novità dell’esame di terza media

Un dramma per gli analfabeti funzionali: il ‘nuovo’ esame di terza media prevede la possibilità del riassunto: come riporta il quotidiano Repubblica,  gli studenti che sosterranno l’esame di terza media durante la prova di italiano potranno cimentarsi anche con la “riscrittura di un testo narrativo o descrittivo”.

Esame di terza media 2018

Galetto fu il linguista Serianni e le linee guida destinate agli insegnati di questo ciclo scolastico: un documento di orientamento prodotto da un pool di esperti guidato dal citato linguista.

L’esame di terza media prevede ben 4 opzioni per i giovanissimi che potranno scegliere il testo narrativo o descrittivo, simile al tema tradizionale, l’argomentazione scritta per sostenere una tesi con ragionamenti stringenti, la comprensione di un testo, di carattere letterario o scientifico, anche attraverso una sua riscrittura – in pratica un riassunto – o una prova che sia un mix delle precedenti.

Le altre novità

 

Gli studenti sosterranno a giugno un esame di terza media del tutto nuovo, con tre scritti (una prova di italiano, una di matematica, una sulle lingue straniere) e un colloquio per accertare le competenze trasversali… comprese quelle di cittadinanza.

Come già accadeva, saranno le singole commissioni a predisporre i testi per le prove scritte; per quanto riguarda quella di italiano il giorno dell’esame ogni commissione sorteggerà una terna di tracce (ne verranno preparate tre) da sottoporre ai ragazzi che dovranno sceglierne una.

Il lavoro del gruppo di esperti non si esaurisce con il documento presentato oggi: nei prossimi mesi l’attenzione sarà rivolta all’esame di Maturità. Poi, l’angosciante rimodulazione della scuola sarà terminata.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button